DAL 30 MAGGIO AL 2 GIUGNO
ore 20.30
FAMIGLIA
di Valentina Esposito
con Alessandro Bernardini, Christian Cavorso, Chiara Cavalieri, Matteo Cateni, Viola Centi, Marcello Fonte, Alessandro Forcinelli, Gabriella Indolfi, Piero Piccinin, Giancarlo Porcacchia, Fabio Rizzuto, Edoardo Timmi, Cristina Vagnoli


“Siamo troppo vicini,
ma non vicini abbastanza”


In occasione del matrimonio dell’ultima e unica figlia femmina di una numerosa famiglia tutta al maschile, si riuniscono nuovamente tre generazioni di persone legate da antichi dolori e irrisolte incomprensioni. La cerimonia diventa pretesto per rimettere sullo stesso tavolo i padri dei padri e i figli dei figli, e consumare una vicenda d’amore e d’odio, sospesa tra passato e presente, sogno e realtà. Lo svolgimento della trama anima il vero significato di una pièce che prova a scandagliare l'anima di uomini che nei lunghi anni di reclusione hanno sofferto per gli affetti lontani, per i figli distanti, per gli amori perduti, e si trovano ora a tentare una ricostruzione emotiva di un rapporto difficile fatto di rivendicazioni e ribellioni. Interpretato dagli ex detenuti attori della Compagnia Fort Apache Cinema Teatro. Nel cast di FAMIGLIA anche Marcello Fonte, Palma D'Oro al Festival di Cannes 2018 per Dogman di Matteo Garrone


Biglietto intero 13 euro
Biglietto ridotto 10 euro
Tessera semestrale 3 euro

 


DAL 23 AL 25 MAGGIO

ore 20.30
PRIMMA E MO' - Epica Popolare di un Viaggio
(I° classificato al concorso Corti Coreografici del Teatro Lo Spazio 2018)
Coreografie di Viola Centi e Donatella Centi

Alberi maestri, aria di salsedine, grida di gabbiani nella piena luce di mezzogiorno, così come nei primi toni caldi del tramonto. È il racconto di un viaggio, di uomini della riva, uomini del porto con le loro storie. Un moderno adattamento dell'epico Nostos di Ulisse, tra le italiche sponde a far da approdo, mentre le danze popolari scandiscono il tempo rituale. Poi il ritorno in patria: madre, moglie, figlia da cui tutti siamo stati troppo lontani.

Biglietto intero 12 euro
Biglietto ridotto 9 euro
Tessera semestrale 3 euro


DAL 15 AL 19 MAGGIO

dal mercoledì al sabato ore 20.30

domenica ore 17.00 

IL BACIO DELLA MUMMIA 

Regia di Riccardo de Torrebruna
Con  Alexia Germani,Sergio Palma,Luca Sarcinelli,Laura Giulia Cirino,Alex Moses,                         Elisa Leibelt,Serena Bortot

Musichedal vivo "Jazz Fun Quintet"


Il Bacio della Mummia (il riferimento è al film con Boris Karloff) è uno spettacolo che si addentra nei sotterranei: la vita di due precari di un mondo che la gente fa spesso l’errore di considerare privilegiato. Al è un comico che non riesce ad avere successo, Bess, una ballerina che fa fatica a credere alla possibilità di sfondare. La coppia vacilla per la fragilità sociale in cui si trova e le rispettive frustrazioni si amplificano nello spoglio focolare domestico. La loro storia potrebbe svolgersi in qualsiasi città del mondo perché i due protagonisti sono gli archetipi di quella stessa sete di riconoscimento che travalica le frontiere. Tra l’incombenza di un provino e una serata andata storta in un locale, i due finiscono per rinfacciarsi l’incapacità di stare al mondo e, quasi senza volerlo, si separano. Bess tenta di forzare i propri principi morali finendo a letto con un produttore, ma neanche questo le vale la firma del sospirato contratto. Al, da parte sua, una volta persa l’ammirazione e l’appoggio di Bess, si sbriciola lentamente e rotola nell’indigenza riducendosi a fare da acting coach a dei senza fissa dimora che si arrangiano con degli espedienti. Ci vuole la notte di Capodanno perché si ritrovino casualmente dietro le quinte di un veglione a cercare un senso al loro rapporto e al loro futuro.
In altri tempi, se avessi potuto proporla a Jack Lemmon e Shirley McLaine questa commedia avrebbe avuto i suoi interpreti ideali, sempre che Billy Wilder non avesse deciso di dirigerla di persona. Nel qual caso, mi sarei fatto umilmente da parte. Oggi, che sono trascorsi un po’ di anni e quelle commedie a orologeria non sa scriverle più nessuno, si avvicina di più alle impietose atmosfere che popolano i testi di Sam Shepard.
La presenza in scena del Jazz Fun 5Tet riempie di atmosfere in bianco e nero e di superbi arrangiamenti musicali i vuoti a perdere dei personaggi, le inquietudini dei protagonisti e i nervi scoperti di quelli che gravitano sul loro cammino. Jessy James, un produttore che ha creduto di essere un genio e si è rassegnato a diventare il migliore in un mestiere che odia. Jasmine, una professionista del sesso che riceve a casa ed è ossessionata dall’igiene. Pablo, uno studente che ha scelto di vivere per strada pur dir apprendere cose che l’università non può insegnargli. Nancy, una “coniglietta” che ha rinunciato alla danza per tentare la sfida di una vita normale. Betty, una prostituta che cerca di migliorare il proprio sistema di vendita prendendo lezioni di acting. E’ questa l’umanità variegata e folle che popola i capitoli della commedia con impennate e sorprese che scuotono il quadro di una realtà niente affatto rassicurante.
Riccardo de Torrebruna

Biglietto intero 12 euro
Biglietto ridotto 9 euro
Tessera semestrale 3 euro


DAL 9 ALL'11 MAGGIO
ore 20.30
CIOCCOLATO ALL’ARANCIA
(I° classificato al concorso Corti Teatrali "Autori nel cassetto, attori sul comò"del Teatro Lo Spazio 2018)

di e con Martina Gatto
regia e supervisione drammaturgica Dafne Rubini
direzione creativa Ivan Specchio
luci Alessio Pascale
suono Giulio Gaigher
ufficio stampa Tommaso Caldarelli

Ci sono momenti nella vita in cui tutto ciò che abbiamo attorno sembra cambiare improvvisamente. E’ come se un terremoto aprisse una voragine. Gli interrogativi prendono il sopravvento e si mette tutto in discussione, ci ritroviamo sballottati tra i sogni e la realtà, tra il volere e il dovere, tra il cuore e la testa, tra il dolce del cioccolato e l’amaro dell’arancia.
In situazioni come queste, regalarsi una pausa prendendo un gelato che rinfreschi corpo e mente è quello che ci vuole. Il problema è solo uno: scegliere i gusti e fare l’abbinamento perfetto. E’ meglio cioccolato normale o provare quello all’arancia? Per poi abbinarlo con menta o stracciatella? E se poi l’abbinamento non mi piace? E se volessi provare tutti i gusti? Questi e molti altri sono i dubbi che tartassano la protagonista di “Cioccolato all’arancia”, una ragazza ossessionata dall’ansia di prendere la scelta giusta. Per il gelato e per la vita. Perché a volte, per riconoscere quel che ci piace davvero dobbiamo avere il coraggio di perderci e anche, forse, di assaggiare quel che non ci piace…

Biglietto intero 12 euro
Biglietto ridotto 9 euro
Tessera semestrale 3 euro


3-4 MAGGIO
ore 20.30
SOPRA, NOI
(III° classificato al concorso Corti Teatrali "Autori nel cassetto, attori sul comò"del Teatro Lo Spazio 2018)
Di Marco Zicari e Deborah Ponzo
Con Deborah Ponzo e Marco Zicari
Diretto da Marco Zicari

Tra i sedili d’una macchina qualsiasi si consuma l’amore d’una coppia qualsiasi. Per Vincenzo e Stella è un rituale! Proprio come il Natale. Alla fine, pur maledicendo feste e riunioni familiari, si riesce sempre a mettere da parte la distruttività e sorridere per un proprio capriccio. Ma non sempre si riesce a vivere serenamente questo strano sentimento che chiamiamo amore. Non sempre siamo disposti a dire di sì. Come Stella e Vincenzo che, per paura di andare l’uno contro l’altro arrivano ad una comunicazione frammentata e disordinata rendendo tutto buffo e poco sensato. Un po’ come i bambini: giocare a nascondino, tenendosi per mano, cercando di portare l’uno nella tana dell’altro. Dimenticandosi che basta andare oltre.
Sopra, noi.

Biglietto intero 12 euro
Biglietto ridotto 9 euro
Tessera semestrale 3 euro