DAL 20 AL 23 MARZO
ore 20.30
MESSICO E NUVOLE
Con Caterina Casini
Musiche a cura di Sonia Maurer

Questo è il racconto di un Messico passionale, generoso, sensuale e drammatico, surreale e inquieto, narrato dopo aver conosciuto i suoi artisti, pittrici e pittori, poeti, fotografe e cineasti, seguendo il filo costruito dai meravigliosi scatti fotografici realizzati negli anni ‘30 e ‘60 da Henri Cartier Bresson.

Diceva Cartier Bresson: “Non è la mera fotografia che mi interessa. Quel che voglio è catturare quel minuto, parte della realtà”.

Seguendo questa metodologia , e attraversando gli  autori messicani, il realismo magico sudamericano ma anche la crudezza de “Las Muertas”, racconto di Jorge Ibargüengoitia, da cui nasce la parte più dura dello spettacolo (il personaggio di una prostituta che vive tra Messico e Texas) si costruisce questo pazzle, che è immagine d’insieme e nel contempo attimo per attimo, particolare storia, particolare emozione, per dare al pubblico una sensazione profonda di una terra altra e così immaginifica.

La forza che il Messico esprime, la libertà dei suoi personaggi, e in primo piano delle donne tra cui Frida Khalo e Tina Modotti, di vivere in pieno la propria umanità nell’ironia nello splendore e nel dolore, la creatività che sa innalzarsi a grandissima arte senza perdere la sua radice fantastica e popolare, sono i segni fondamentali del dipinto che Caterina Casini realizza evocando per il pubblico memorie e fantasie.

Narrazione nata per la mostra su Cartier Bresson “Mexican notebooks” a Sansepolcro nel 2008, presso Palazzo Pichi Sforza, poi presentato per il ciclo “Letteratura del delirio” al Teatro Alla Misericordia di Sansepolcro (2014-2016), al Teatro Cometa Off di Roma, al Fringe Festival di Roma.  A marzo 2019 a Teatri d’Imbarco di Firenze, e dal 20 al 23 marzo a Teatro Lo Spazio di Roma.


Biglietto intero 12 euro
Biglietto ridotto 9 euro
Tessera semestrale 3 euro

 


DAL 26 AL 30 MARZO
ore 20.30
DI-VI-NA per vocazione star
Di Riccardo Castagnari
Con Riccardo Castagnari e il maestro Andrea Calvani al pianoforte
Regia Riccardo Castagnari

“DI-VI-NA per vocazione star” è una drag-queen (o per essere più precisi di una drag-singer) che, arrivata in ritardo una sera nel locale dove si esibisce,decide di non fare il suo show come da copione ma si concede una lunga chiacchierata con il pubblico. Chiacchierata che metterà a nudo il suo
passato, la sua infanzia, i suoi amori, la sua passione per il cinema e tantoaltro ancora. Una storia apparentemente al limite, tanto paradossale da essere invece rigorosamente vera.
Un lungo sproloquio con canzoni (tanto banale e quotidiano quanto profondamente umano e disperato, tragi-comico e appassionato) che tra numeri musicali (da Madonna a Brecht, da Gloria Gaynor a Patty Pravo, da Ute Lemper al Mago di Oz), cambi d’abito, racconto, interazioni con il pubblico ci porterà ad un finale in cui … per dirla con DI-VI-NA:
“… niente è mai come sembra, se togliessi un po’ di cerone, strappassi via le ciglia finta e buttassi le parrucche forse mi accorgerei che sotto sotto c’èdell’altro…” (Riccardo Castagnari)

“ […] Una storia raccontata e vissuta in prima persona dove il gioco dell’ambiguità si manifesta più nel sovrapporsi dei ruoli che non nell’identità sessuale,dove la risata esorcizza lacrime e sesso, dove l’inferno si scambia di posto con il paradiso … un percorso che si rivela ‘iniziatico’ poiché il culto è la maschera, è
l’altro da sé, è la fuga dal proprio io per impossessarsi dell’altro [...]” (L.B.)

Biglietto intero 12 euro
Biglietto ridotto 9 euro
Tessera semestrale 3 euro

 


DAL 2 AL 6 APRILE
ore 20.30
MONNA LISA UNPLUGGED
Di Pino Ammendola e Carla Cucchiarelli
Con Maria Letizia Gorga
Regia di Pino Ammendola
Al piano Cinzia Pennesi
Liberamente ispirato al libro: “NO, LA GIOCONDA NO” di Carla Cucchiarelli
Musiche originali e arrangiamenti CINZIA PENNESI
Video art CLAUDIO AMMENDOLA e SARA ANGELUCCI


La Gioconda e un pianoforte... e se è vero quello che dice AntoninArtaud, che la musica è il solo passaggio che unisca l’astratto al concreto... accade il miracolo: Monna Lisa, ascoltando le note, prende coscienza di sè, si libera della tela che la imprigiona e comincia a raccontarsi al pubblico... sia come donna, che come icona della pittura mondiale. Il racconto procede senza soluzione di continuità, tra le emozioni della ‘persona’ madonna Lisa di messer Giocondo e la storia e le vicessitudini del quadro più famoso del mondo, il tutto punteggiato e contrappuntato dalle canzoni e dai pezzi musicali dedicati alla Gioconda, mentre la miriade di immagini che l’hanno vista esaltata, deturpata, modificata, in qualche modo cannibalizzata... scorrono su di uno schermo. In scena un’interprete d’eccezione Maria Letizia Gorga, che continua il suo ‘discorso’ su grandi figure del femminile, accanto a lei il maestro Cinzia Pennesi che esegue dal vivo le musiche da lei arrangiate insieme a brani originali creati ad hoc per lo spettacolo, il tutto per la regia di Pino Ammendola.

Biglietto intero 12 euro
Biglietto ridotto 9 euro
Tessera semestrale 3 euro


DAL 9 AL 14 APRILE
dal martedì al sabato ore 20.30
domenica ore 17.00
VINCENT VAN GOGH - LE LETTERE A THEO
Interpretato dall'attore Blas Roca Rey con l'accompagnamento del maestro Luciano Tristaino, flautista.


Un mondo fantastico, tenero e disperato affiora dalle tante lettere che Vincent scrisse all'adorato fratello Theo, gallerista, che si occupò di lui tutta la vita. Un'energia vitale pazzesca, quasi indomabile. La consapevolezza, a volte straziante, di essere diverso dagli altri. In tutto. Nel vivere, nei rapporti umani ma soprattutto nell'arte. L'uso dei colori, faticosamente raggiunto in anni e anni di studi e schizzi. La volontà, testarda, ostinata, di reinventare la realtà, di ridarcela attraverso la lente fantastica dei suoi occhi.
Il non rassegnarsi alla totale indifferenza del mondo verso i suoi quadri, il ripartire mille e mille volte ancora verso un futuro che sperava, prima o poi, si sarebbe accorto di lui. Nonostante la miseria, gli stenti, la mancanza di cibo.
E infine, la sua lenta ed inesorabile discesa verso la pazzia, che lo trascinò negli ultimi anni in piccoli manicomi di paese dove, spesso volontariamente, si rifugiava.
Una vita. Un artista. I suoi meravigliosi fuochi d'artificio che, piano piano, lo arsero vivo.


Biglietto intero 12 euro
Biglietto ridotto 10 euro
Tessera semestrale 3 euro


3 E 4 MAGGIO
ore 20.30
SOPRA, NOI
(III° classificato al concorso Corti Teatrali "Autori nel cassetto, attori sul comò"del Teatro Lo Spazio 2018)
Di Marco Zicari e Deborah Ponzo
Con Deborah Ponzo e Marco Zicari
Diretto da Marco Zicari

Tra i sedili d’una macchina qualsiasi si consuma l’amore d’una coppia qualsiasi. Per Vincenzo e Stella ormai è un rituale! Proprio come il Natale. Alla fine, pur maledicendo feste e riunioni familiari, si riesce sempre a mettere da parte la distruttività e sorridere per un proprio capriccio. Ma non sempre si riesce a vivere serenamente questo strano sentimento che chiamiamo amore. Non sempre siamo disposti a dire di sì. Di certo non siamo disposti a dire neanche di no. Come Stella e Vincenzo che, per paura di dirsi tutto, arrivano ad una incomunicabilità buffa e poco sensata. Un po’ come giocare a nascondino, tenendosi per mano, nel tentativo di portare l’uno nella tana dell’altro. Dimenticandosi che a volte basta andare oltre, sopra noi; tenersi stretti e camminare insieme

Biglietto intero 12 euro
Biglietto ridotto 9 euro
Tessera semestrale 3 euro

Sottocategorie