TEATRO, MUSICA, DANZA, ARTE:

ARTI PERFORMATIVE.

"Le proposte teatrali stanno velocemente cambiando. Le arti vanno mescolandosi;  il teatro, la musica, la danza così come l'uso della tecnologia sono sempre più spesso insieme sulla scena. 
Le storie  scritte oggi, sono fra le proposte  che ci interessano di più. Riconoscere i nostri tempi, nella quotidianità o nella fantasia, così come nelle proposte di teatro civile o nel teatro musicale. E sono proprio questi gli obiettivi della stagione teatrale 2017/2018. 
 Storie ed  interpretazioni che diano emozioni,  che siano risate o riflessioni, ma e' fondamentale che possano far sì che rimanga qualcosa. 
I talenti consolidati così come le proposte delle nuove generazioni permettono allo spettatore, nel corso della stagione, di avere il polso di ciò che oggi, attraverso la drammaturgia, si vuole comunicare. 

Poter scegliere di andare in un teatro che ha una forte identità, riconoscere e riconoscersi nella tipologia delle rappresentazioni  in scena è uno degli obiettivi che ci siamo posti. 

Un filo invisibile che lega le infinite identità di chi vive l'oggi, attento alle 'sfumature'  della vita. 

Il direttore artistico
Francesco Verdinelli